Progetto EDURISK

Protezione Civile – INGV Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Martedì 8 maggio 2018 gli alunni delle classi 1A, 2C, 1D, 2E, 1F e 2G, con le rispettive insegnanti L. Rossi, A. Paolillo, P. Fazio, M. Di Costanzo, M. Iadevito, D. Durante e S. Izzillo, hanno partecipato ad una lezione con gli esperti dell’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, per il progetto Edurisk.

 
 

L’obiettivo del Progetto EDURISK è quello di costruire, in modo condiviso e attraverso percorsi di formazione e di collaborazione, una cultura del rischio che, partendo proprio dalla scuola, dagli insegnanti e dagli studenti, aiuti le persone a gestire i diversi aspetti connessi al rischio sismico: la prevenzione, la conoscenza delle strutture e la messa in sicurezza degli ambienti di lavoro e di vita; l’attuazione di comportamenti corretti prima, durante e dopo l’emergenza; la gestione dell’esperienza del terremoto e la consapevolezza che dovrebbe derivarne; la dimensione storica delle ricorrenze sismiche. 

In un paese come l’Italia, caratterizzato quasi interamente da una diffusa pericolosità sismica su tutto il territorio, una conoscenza approfondita dei fenomeni sismici è la chiave per prevenire i rischi ad essi associati.

I terremoti, le eruzioni vulcaniche ed altri eventi naturali possono essere molto pericolosi per l’uomo, ma che diventino un rischio, dipende in buona parte da noi, da come il territorio è vissuto e modificato dall’uomo e dalle scelte che facciamo ogni giorno.

Edurisk propone da anni progetti di educazione al rischio nelle scuole, per promuovere conoscenza e consapevolezza e attivare iniziative di prevenzione e riduzione del rischio.Ha coinvolto negli anni più di 4.000 insegnanti e più di 70.000 studenti in 14 regioni italiane.